MB SERVICES AND CONSULTING | BLOG - MB Services and Consulting del Dott. Mauro D. Befo | Servizi e Consulenza alle Imprese | BARI

MB Services and Consulting | BARI
Servizi e Consulenza alla Imprese
Via Giuseppe Zanardelli
70125 BARI - BA
(+39) 393-1792-938
info@mbservicesandconsulting.it
MB Services and Consulting | BARI
MB Services and Consulting | BARI
Servizi e Consulenza alla Imprese
MB Services and Consulting | BARI
Servizi e Consulenza alle Imprese
MB Services and Consulting | BARI
Servizi e Consulenza alle Imprese
Vai ai contenuti

Perchè realizzare un Blog

MB Services and Consulting del Dott. Mauro D. Befo | Servizi e Consulenza alle Imprese | BARI
Pubblicato da in Blog · 12 Giugno 2019
Perchè realizzare un Blog

Abbiamo provato a porci alcune domande e e darci alcune risposte

Chi scrive o legge un Blog ?
Il  Blog è un diario online organizzato nei suoi contenuti: per data, per  argomento…quindi dietro ad un Blog ci sono persone che scrivono e  persone che leggono. E già qui qualcuno potrebbe obiettare: a me il blog non serve, ho già una pagina su Facebook. Non è esattamente la stessa cosa.
Non  vogliamo di nuovo approfondire l’argomento Web/Social di cui abbiamo  già pubblicato un articolo ma una prima grande differenza è che in  Facebook, e più in generale sulle piattaforme Social, è necessario  essere registrati per poter scrivere e leggere: io posso essere iscritto  e quindi scrivere un articolo, ma non tutti possono leggerlo, solo gli  utenti registrati.
Lasciamo  ulteriori approfondimenti sulla questione alla lettura dell’articolo  già pubblicato e torniamo a Chi scrive o legge un Blog.

Chi dovrebbe aprire un Blog ?

In generale per chi ha una buona propensione alla scrittura i vantaggi possono essere veramente notevoli.

Appassionati di qualcosa:  hai un hobby ? un interesse ? Non importa che lavoro fai o che  posizione hai raggiunto professionalmente, ma sicuramente nella tua vita  hai maturato esperienze che ti rendono un esperto in qualche argomento.
Questo argomento è quello da cui puoi partire a scrivere.
Condividere  in rete ciò che hai già imparato può essere di grande utilità per altre  persone che hanno i tuoi interessi ma che non hanno ancora fatto le  esperienze che hai fatto tu. Le persone sono interessate a leggere i  racconti di chi ha già vissuto il loro stessi problemi: consigli utili e  guide pratiche sono orami i contenuti di maggior valore sul web perché  catalizzano la maggior parte delle ricerche.
E  se riuscirai a catalizzare sempre più l’attenzione degli utenti, il  Blog che avevi aperto per divertimento potrebbe diventare il tuo lavoro e  dare una svolta alla tua vita, proprio come è capitato a tanti fashion /  travel / food blogger oggi famosi…senza arrivare a certe fashion  blogger, di cui non facciamo il nome ma che conosciamo benissimo, che  hanno realizzato un business di milioni di Euro, si pensi a certi food  blogger che guadagnano svariate migliaia di Euro ogni mese con le loro  ricette e i loro test su nuovi accessori da cucina.
La  cosa non è poi così strana come potrebbe portare a pensare: le aziende  pagano migliaia di Euro ogni mese a consulenti che mettono a  disposizione le proprie competenze per far crescere il proprio business.

Giovani alla ricerca di un primo impiego:  per chi esce dalla scuola e si mette alla ricerca di un primo impiego  il problema è sempre lo stesso: “quali esperienze inserisco ne CV se non  ne ho ancora fatte ?”.

Il Blog può essere un efficace biglietto da visita.
Sul  tuo Blog personale puoi inserire nuovi post relativi ad una particolare  materia diventando sempre più esperto, magari confrontandoti con i  commenti che arriveranno ai tuoi articoli che potrebbero anche essere  critici. Il Blog diventa così un attestato delle tue conoscenze e  competenze.
Non  solo, il fatto di esserti confrontato in rete su una determinata  materia, di avere organizzato e, soprattutto, gestito e moderato un  Blog, agli occhi di un potenziale datore di lavoro è già una chiara  dimostrazione che possiedi capacità che potrebbero essere importanti per  una figura ricercata.
Avere  un blog, ovviamente ricco di contenuti, può equivalere ad una  esperienza di lavoro condotta in autonomia, un asso nella manica che  potrebbe fare la differenza durante un processo di selezione.

Scrittori:  ormai tutti si cimentano nel self-publishing. Come scrittore hai  bisogno di trovare modi efficaci per promuovere te stesso e i tuoi  libri. Come abbiamo già detto le piattaforme Social non sono  sufficienti. Hai bisogno di una “sala” (il Blog) dove sei tu il padrone  di casa e puoi accogliere i tuoi lettori.

  • Nel Blog puoi pubblicare nuovi  contenuti: questo aggiornamento piacerà a Google che premierà le tue  pagine facendoti guadagnare in visibilità nei risultati delle ricerche
  • Nel Blog puoi approfondire i temi trattai nei tuoi libri e aumentare così la tua autorevolezza
  • Il Blog ti permette di confrontarti con i tuoi lettori e creare così un legame con il pubblico

Freelance:  se senti che il lavoro da dipendente ti va stretto e vuoi abbandonare  il posto fisso, o se perdi il posto fisso e vuoi diventare un freelance,  il Blog può essere la scelta giusta perché ti permette di promuovere la  tua nuova attività.
Attraverso  il Blog potrai dimostrare le tue competenze e creare il tuo profilo  professionale online sempre aggiornato: grazie ai contenuti sempre  aggiornati e di qualità hai la possibilità di dimostrare le tue  competenze e ti farai trovare dalle persone giuste al momento giusto.
Non  stiamo dicendo però che la cosa è facile: è necessario sviluppare il  Blog con chiari obbiettivi, una strategia che deve partire subito e che  sarà improntata sul medio-lungo termine.
Ma il Blog è veramente importante in quanto, tra l’altro, può rendere meno dipendenti dalla semplice catena del passaparola.

Aziende: il Blog aziendale rappresenta uno strumento importante in quanto:
  • Permette di fidelizzare il pubblico in quanto alimenta l’interesse di chi legge e lo spinge a tornare
  • Consente di intercettare nuovi potenziali clienti perché porta ad un aumento di visibilità del sito web
  • Fa una identità all’azienda che così esce dall’anonimato interagendo con persone e creando legami

Sicuramente il Blog non sostituisce il marketing tradizionale ma certamente contribuisce a renderlo più facile e credibile

Solo a titolo indicativo, forniamo alcuni spunti per l'apertura di un Blog e come potrebbe portare ad una forma di guadagno:
  • Blog  di musica: potresti essere contattato da un cantante per scrivere una  recensione della sua ultima canzone oppure inserire un banner che  pubblicizzi un negozio che vende articoli musicali come chitarre, ecc
  • Blog  di viaggi: potresti recensire a pagamento hotel, bed & breakfast...  e inserire banner o link pubblicitari a strutture ricettive
  • Blog  di cucina: potresti recensire materie prime come pasta, sughi...ma  anche strumenti come centrifughe, macchine impastatrici, frullatori... e  inserire banner o link pubblicitari a produttori di materie prime o  attrezzatura per cucine
  • Blog  su ristoranti: potresti recensire ristoranti, trattorie, pizzerie... e  inserire banner o link pubblicitari a strutture ricettive di questo tipo
  • Blog di design: potresti recensire articoli di design... e inserire banner o link pubblicitari a studi di architettura e design
  • Blog  di arte: potresti recensire quadri, sculture e oggetti artistici... e  inserire banner o link pubblicitari a gallerie e musei


Per chi viene scritto un Blog ?
Ovviamente non per tutti anche se questo sarebbe bello da pensare.
Un Blog, l’abbiamo detto, tratta di un argomento e di conseguenza non tutti possono essere appassionati a quell’argomento.
L’obbiettivo  è raggiungere solo una percentuale limitata dei milioni di visitatori  attivi ma che, per contro, potrebbero essere molto interessati a ciò che  pubblichi, sia come privato che come azienda.

Prova  ad immaginare un profilo del tuo cliente “tipo”, di un tuo lettore  immaginario: prova a dargli una età, una professione…ogni volta che  scriverai un nuovo articolo pensa a lui e poniti le domande:
  • Questo contenuto ha valore per lui ?
  • Quali problemi gli risolve ?

Scrivere  con l’obiettivo di aiutare una persona o semplicemente di intrattenerlo  è più facile e più utile che scrivere per sconosciuti

Di che cosa deve parlare il Blog ?
Alla  base di tutto ci sono i tuoi interessi e le tue necessità: se apri un  Blog non puoi parlare di ciò che non ti interessa e non conosci.
Se apri un Blog aziendale devi partire dai prodotti/servizi che vendi con l’obiettivo di attirare nuovi clienti.
Identificato  l’argomento è necessario fare qualche ricerca per capire se c’è un  pubblico interessato, magari guardando in rete altri Blog simili. Studiare la concorrenza è una cosa utile: è una delle prime cose che insegnano ai master di marketing.
Magari  ci sono spazi non ancora coperti su cui lavorare e si potrebbe  affrontare la materia da un punto di vista differente: se riuscirai a  creare contenuti che aggiungono valore rispetto a quelli già presenti,  le tue prospettive di successo cresceranno in maniera proporzionale.
Per  gestire le pubblicazioni nel tempo conviene organizzare un calendario  editoriale che potrebbe essere un semplice foglio Excel su cui elencare  tutti gli articoli e per ciascuno di essi la data di pubblicazione, il  titolo, i tag, la categoria, le fonti…tutto questo serve a non avere un  approccio “istintivo” ma a fare un salto di qualità: permette di avere  una prospettiva a medio termine e preparare i contenuti che verranno  quindi schedulati con una certa regolarità e costanza

Quando aprire un Blog ?
A  chiunque piacerebbe iniziare un lavoro e raccogliere immediatamente i  risultati, ma con il Blog le cose non funzionano così: è necessario  avere una prospettiva a medio-lungo termine.
E’  necessario iniziare a scrivere e pubblicare in modo che i motori di  ricerca abbiano il tempo di indicizzare i contenuti e, se questi sono  interessanti, unici e originali, farli salire della indicizzazione.
Allo  stesso tempo i lettori troveranno il sito web contenente il Blog e  inizieranno a leggere gli articoli, magari condividendoli sui Social.
C’è quindi bisogno di tempo ed è per questo che conviene partire il prima possibile.
All’inizio  i tuoi post li leggeranno in pochi: è necessario sfruttare questo  periodo per sperimentare, affinare e migliorare. Quando il tuo pubblico  crescerà, il tuo blog sarà già popolato di tanti contenuti interessanti e  questo gioverà alla tua immagine e credibilità.

Dove pubblicare il proprio Blog ?
I passi che devi affrontare sono i seguenti:
  • Scegliere  il nome del dominio del Blog: è necessario dargli un’identità. Se si ha  un blog aziendale si può risolvere facilmente riprendendo il nome  dell’attività. Se, invece, si ha un blog personale si può decidere di  lavorare sulla persona e riprendere il suo nome nel titolo, o di  lavorare sull’idea che sta alla base del tuo progetto.
  • In  qualsiasi caso, è importante che il nome che si sceglie per il Blog sia  semplice, facile da ricordare, da pronunciare e anche da scrivere e che  possibilmente ricordi l’argomento del Blog.
  • Cerca  qualcosa che susciti curiosità e interesse, che in modo chiaro e  conciso faccia emergere la tua personalità. Infine, ricorda che il nome  del blog dovrebbe corrispondere anche al dominio: verifica, quindi, che  il dominio sia ancora libero.

A  questo punto non rimane che andare sul sito di un provider, esempio  Aruba, e acquistare il dominio scegliendo l’estensione (.it, .com, ecc.)  più adatta al progetto. Se si vuole essere lungimiranti, si dovrebbe  anche acquistare anche i principali domini di primo livello in modo da  proteggere il brand.  
Oltre  al nome bisogna pensare anche a un logo per il blog, è fondamentale per  l’identità del tuo progetto. Se non sai da dove iniziare, online ci  sono molte soluzioni che ti aiuteranno a creare il tuo logo in  autonomia, spesso anche free.

Scegliere l’hosting giusto per il Blog
L’hosting  permette al blog di essere raggiunto ed è più importante di quanto  possa sembrare. Un buon hosting consente rapidi tempi di caricamento:  questo significa che il blog è sempre raggiungibile e che i lettori non  devono aspettare perché le pagine siano caricate. Com’è facile da  immaginare, tutto ciò si traduce in un’ottima esperienza d’uso per il  lettore. E la soddisfazione di chi legge è uno dei fattori premiati da  Google che, di conseguenza, guarderà con favore le proprie pagine.
In più, un buon servizio di hosting deve garantire elevati standard di sicurezza e un servizio di supporto tecnico adeguato.

Perché pubblicare un Blog
I motivi per pubblicare sono ormai evidenti ma comunque facciamo un breve riassunto
  • Il  Blog piace ai motori di ricerca e questo si trasforma in un aumento di  visilbilità e in un aumento di traffico sul sito, un maggior numero di  gente potenzialmente interessata e quindi maggiori possibilità di  conversione: la vendita, l’iscrizione a un servizio, la richiesta di un  contatto/preventivo per un servizio.
  • Attraverso  la gestione dei commenti, il blog offre la possibilità di interagire e  creare un legame con i lettori/clienti. La bontà di questo rapporto è la  miglior garanzia per il successo del tuo progetto.
  • Il blog aumenta la trasparenza e da un volto umano all’azienda: in questo modo contribuisce alla fidelizzazione dei clienti.
  • Il  blog serve a fare branding, cioè ad aumentare il valore percepito  rispetto a un marchio a un prodotto, ma anche rispetto a una persona in  qualità di autore/esperto.


Come si deve scrivere un post di qualità per un Blog ?
  • Titolo:  deve catturare l’attenzione, incuriosire e soprattutto deve contenere  la parola chiave, o le parole chiave, principale su cui lavora il tuo  post.
  • Introduzione: deve persuadere il lettore che il post offre proprio il contenuto che gli serve.
  • Contenuto:  deve aggiungere valore, ovvero deve essere utile e di qualità. Pensa  sempre per chi stai scrivendo e quali sono i bisogni a cui stai tentando  di rispondere.
  • Call to  Action: tutti i post dovrebbero avere una CTA, un invito esplicito  all’azione. Se vuoi che il tuo lettore faccia qualcosa (si iscriva,  scarichi un contenuto, faccia un acquisto) trova il punto giusto nel  post e chiediglielo direttamente.
  • Immagini:  i muri di parole spaventano e scoraggiamo anche il lettore più  appassionato. Trova immagini appropriate che accompagnino i tuoi  contenuti ma non esagerare neppure riempendo il post con foto inutili


Come si fa a promuovere i contenuti di un Blog?
Per  avere veramente successo è necessario promuovere il blog attivamente,  in modo da attirare visitatori e creare un pubblico sempre più numeroso.
Alcune modalità sono le seguenti:
  • SEO  on-site: tutti i contenuti devono essere ottimizzati per il motore di  ricerca per poter scalare i risultati delle SERP. Parole chiave, tag di  intestazione non devono mai mancare nei tuoi post.
  • SEO  off-site: l’obiettivo è fare link building, ovvero creare una rete di  link che portano al tuo blog. I motori di ricerca premiano i siti che  vengono “puntati” da altri siti perché lo interpretano come  autorevolezza. Se poi i siti web che hanno un link al proprio Blog  fossero anche loro autorevoli, il motore di ricerca lo apprezza ancora  di più. Si può quindi proporre ad altri blogger uno scambio di link.
  • Newsletter:  un blog completo di newsletter risulta subito più professionale. A  parte questo, la newsletter è uno strumento potentissimo per comunicare  direttamente con i tuoi lettori mantenendoli aggiornati su ciò che  pubblichi. Cerca di creare una mailing list il più ampia possibile: ti  servirà anche per cercare di monetizzare i tuoi sforzi.
  • Social  Network: Facebook, Instagram, Linkedin e gli altri social (scegli  quello più in linea con il tuo pubblico) sono un ottimo canale per dare  una spinta ai contenuti del tuo blog, soprattutto se si è disposti ad  affrontare qualche piccolo investimento in campagne pubblicitarie.

Come si fa a guadagnare con un Blog personale?
È  pur vero che di sole passioni non si vive e, dunque, porsi l’obiettivo  di trarre dei guadagni dalla propria attività di blogging è del tutto  legittima. Guadagnare con un blog si può: lo dimostrano i tanti casi di blogger che ora vivono di questa attività. Non  si può però pensare di guadagnare subito e senza impegno: come abbiamo  già avuto modo di dire, ci vuole tempo, perseveranza e strategia.
I  metodi per guadagnare con un blog sono diversi: il consiglio è  diversificare.
Non affidarti a un metodo solo: sperimenta e trova quelli  che funzionano meglio per il tuo progetto e per il pubblico a cui ti  rivolgi.

Le strade che puoi percorrere sono:
  • vendere spazi banner;
  • vendere infoprodotti (ebook, videocorsi, template, ecc.);
  • scrivere e pubblicare recensioni per promuovere prodotti/servizi di terzi;
  • pubblicare post sponsorizzati;
  • per onlus e associazioni, attivare un pulsante/form per raccogliere donazioni.
  • aderire al programma Adsense o ad altri circuiti di inserzioni pubblicitarie;
  • aderire a programmi di affiliazione;

In  più, se riuscirai a raggiungere una certa autorevolezza e notorietà  come blogger, potrai valutare di guadagnare facendo formazione,  organizzando corsi, partecipando ad eventi o altre attività analoghe.

Gli aspetti legali di un Blog
La risposta alla domanda “Ci sono degli aspetti legali che devo considerare se apro un blog?” è: “Sì”.
E’  necessario adempiere a quanto stabilisce la legge europea sui cookie e  sul trattamento dei dati: non sottovalutare questi argomenti perché le  multe previste sono piuttosto salate, in particolare il GDPR (il  regolamento europeo sulla privacy) riguarda chiunque tratti dati  personali.


Torna ai contenuti